Sagra della pasta con le sarde a Caltabellotta

0 62

La sagra della pasta con le sarde, tipica tradizione di Caltabellotta, in provincia di Agrigento, è una festa dedicata ai giorni di San Giuseppe, in cui, per tradizione, appunto, veniva consumata la pasta con le sarde.

La pasta con le sarde, consumata soprattutto a Palermo e con diverse varianti tra Catania e Palermo, ha origini molto antiche: ad inventarla fu un cuoco di cui non si conosce il nome durante il IX secolo d.C, a cavallo tra la dominazione bizantina e quella araba. In quel tempo, il comandante Eufemio da Messina, da sempre ostile alla dominazione bizantina, decide di guidare alcuni ribelli, nel tentativo di scacciare gli invasori, ma viene catturato e in seguito cacciato via. Mosso da spirito di vendetta, si alleò con i Saraceni alla conquista della Sicilia

Il cuoco inventore della pasta con le sarde entra in scena quanto la flotta sbarca a Mazzara del Vallo, quando, dovendo sfamare i soldati affamati fu costretto ad utilizzare gli ingredienti a sua disposizione: la pasta, le sarde ed il finocchietto, tipicamente siciliani e lo zafferano, fornito dagli stessi arabi. Ed ecco la pasta con le sarde, oggi inserita nel P.A.T., cioè nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Ogni anno a Caltabellotta il 18 e 19 marzo si svolge una magnifica sagra della pasta con le sarde dedicata a San Giuseppe, una festa ricca di mostre e manifestazioni varie e con l’allestimento di un magnifico altare dove vengono esposti una serie si simboli fatti rigorosamente di pane e tutto ciò che fa parte della tradizione gastronomica siciliana con degustazione di tavolate e pietanze tipiche.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore