La settimana santa ad Enna

0 56

La Pasqua in Sicilia è molto sentita e sono tante le cittadine che regalano dei momenti emozionanti e coinvolgenti nel corso di tutta la settimana santa.

In particolare, ad Enna, la settimana santa vede la partecipazione di moltissime persone, sia abitanti del luogo che forestieri e soprattutto la grande collaborazione delle dieci confraternite presenti ad Enna. I festeggiamenti e le tradizioni della settimana santa ad Enna iniziano già nella Domenica delle Palme con distribuzione e la benedizione dei rametti d’ulivo e dei rametti di palme a tutti i fedeli.

I riti proseguono poi nella processione del mercoledì santo,  quando i simulacri del Cristo e dell’Addolorata sono portati a spalla per le vie di Enna e le statue sono abbellite dai doni offerti dai fedeli durante la processione.

C’è poi il rito del giovedì santo, durante il quale i membri delle confraternite indossano un saio ed un cappuccio con i colori tipici della propria confraternita; alcuni di loro trasportano dei ceri e delle torce ed hanno il compito di accompagnare le due vare in processione fino a notte fonda. Un altro compito dato ai confrati è quello di portare i propri stendardi e dei vassoi con dei simboli del martirio del Cristo, vassoi che poi saranno depositati ai piedi dell’altare del duomo di Enna.

La settimana santa ad Enna prosegue con il venerdì santo, quando i confrati si ritrovano nel Duomo dove sono stati riposti i due simulacri e partono per una nuova processione che durerà fino a notte fonda, per poi rientrare nel Duomo.

La settimana santa ad Enna ha il suo culmine durante la Domenica di Pasqua quando si assiste all’incontro tra la Madonna ed il Figlio Risorto, tra la gioia di fedeli e confrati che partecipano al grande evento.

Scopri la settimana santa ad Ispica.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore