Il fascino di Morgantina e le ex colonie greche in Sicilia

0 39

A testimonianza della presenza greca in Sicilia, sono tantissime le ex colonie greche presenti nell’isola che rappresentano siti di grande interesse sia per gli appassionati di archeologia che per gli altri turisti in genere. A pochi chilometri da Piazza Armerina, nella contrada di Serra Orlando, al centro della Sicilia, protetta dai ripidi pendii,  vicina al fiume Gornalunga, anticamente chiamato Albos, l’antico fiume  fonte primaria per la vita che con le sue acque rendeva fertili le circostanti vallate,  troviamo i resti di  una di queste colonie greche in Sicilia: Morgantina.

Il primo nucleo della colonia greca di Morgantina risale all’età del bronzo era costituito da immigrati che si insediarono sulla collina più alta della zona dando vita a quella che fu chiamata la “Cittadella”, qua troviamo i resti di capanne dell’età del bronzo, il teatro, edifici pubblici, e la fontana monumentale. Morgantina fu portata alla luce intorno agli anni cinquanta, grazie a degli scavi condotti dagli statunitensi Erik Sjoqvist e da Richard Stillwell, e che proseguono ancora oggi e ancora oggi ci permettono di ammirare i resti di una ricca cittadina romana nell’entroterra siciliano.

Passeggiando verso la Cittadella, si può ammirare l’agorà, sviluppata su due   livelli collegati tra loro, nel  livello  superiore  vi è il bouleuterion , sede del senato, il ginnasio di epoca romana, e un macellum , mercato al coperto.

Nell’agorà inferiore vi sono i resti ben conservati del teatro ove tutt’oggi nei periodi estivi si tengono manifestazione e spettacoli, poco distante vi sono resti di un santuario dedicato al culto degli dei, sempre nell’agorà inferiore vi è un  edificio stretto e lungo, risalente al periodo di massimo splendore di Morgantina datato intorno al III  secolo a.C.

Nella zona privata della città  gli scavi archeologici hanno restituito lussuose abitazioni di epoca ellenistica, tra cui la casa di Ganimede, così chiamata per il ricco mosaico che lo raffigura, uno dei più antichi mosaici di epoca ellenistica giunto fino a noi e, infine, di notevole rilevanza c’è anche  la casa delle monete d’oro, monete che la stessa città di Morgantina coniava.

Morgantina è sicuramente uno dei siti archeologici presenti in Sicilia da visitare.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore