I cucunci, capperi di Salina e di Pantelleria

0 276

I cucunci, conosciuti soprattutto in Sicilia sono i veri e propri frutti della pianta del cappero, Capparis Spinosa che cresce in zone impervie e poco ricche d’acqua. La pianta dei cucunci è in grado di crescere anche tra le pietre laviche che costeggiano il mare di Catania, in modo spontaneo e con radici molto profonde, impossibili da estirpare.

I cucunci più famosi sono quelli di Salina e di Pantelleria ma si trovano facilmente in tutta la Sicilia. Particolari sono le differenze tra le tipologie: la pianta del cappero dell’isola di Salina trova un habitat particolarmente favorevole che le permette di crescere molto facilmente. Inoltre, i cucunci di Salino sono pregiati anche per le loro caratteristiche gastronomiche e botaniche: la forma è più rotonda e meno schiacciata rispetto a quella dei capperi tradizionali e sono molto più sodi rispetto ad altre tipologie.

I cucunci di Pantelleria hanno invece metodi di coltura antichi e raffinati tramandati di generazione in generazione e sono oggi insigniti dell’etichetta di indicazione di produzione geograficamente protetta.

Spesso i cucunci di Pantelleria vengono inseriti in barattoli di vetro con del peperoncino o con aceto bianco che ne esalta il sapore.

I cucunci di Salina o di Pantelleria vengono normalmente conservati sotto sale, come vuole una tradizione centenaria che prevede spesso una salatura a strati che ne conserva meglio sia l’aroma che le proprietà del prodotto.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore