Gli anelletti al forno, timballo di Palermo

0 273

Gli anelletti palermitani, detti anche timballo di Palermo, sono uno dei piatti tipici del capoluogo siciliano dal sapore deciso e intenso. Il timballo di Palermo è una tradizione di grande valore, da tramandare di generazione in generazione.
Questo succulento primo piatto è spesso riservato ai giorni di festa, ma ogni scusa è buona per prepararlo e mangiarlo.
Il gusto intenso del ragù, la verdura e la consistenza della pasta legati dalla morbidezza del formaggio, di solito caciocavallo, tuma o primosale, fanno di questo primo piatto un connubio irresistibile di sapori.
Il timballo di Palermo è tipico della cucina siciliana già dai tempi degli arabi nel IX secolo ed è apprezzato anche per la sua facile trasportabilità, ideale per scampagnate e gite fuori porta.
Gli anelletti siciliani sono una pasta a forma di anello e costituiscono la base di questo piatto.
Come in tutti i piatti siciliani e non, anche per il timballo di Palermo esistono varianti e rivisitazioni: melanzana o no, uova sode o meno e rivisitazioni vegetariane che vedono l’utilizzo del ragù vegetale.
Sicuramente, come in tutte le cose, la ricetta originale è sempre la più buona e vale la pena andare a Palermo per assaggiare il piatto autentico di anelletti al forno o timballo di riso, anche per poter fare la differenza con la pasta al forno catanese e con la pasta al forno intesa in tutta Italia come “lasagne”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore