Carnevale di Acireale: un tripudio di colori e suoni in Sicilia che fa eco in tutto il mondo

0 49

Acireale e il suo Carnevale sono famosi nel mondo intero: oltre a rappresentare uno dei simboli del barocco siciliano, Acireale è da sempre l’emblema del Carnevale in Sicilia. Per oltre una settimana i festeggiamenti del Carnevale si susseguono tra carri allegorici in sfilata e maschere di ogni tipo, assicurando divertimento, allegria e spensieratezza per grandi e piccoli.

Considerato “il più bello di Sicilia”, il Carnevale di Acireale coinvolge a livello folkloristico un’enorme folla di persone provenienti da tutta l’isola ed oltre. Per tutto il periodo dei festeggiamenti carri allegorici, gruppi in maschera, bande e carri infiorati sfilano lungo un percorso articolato per le vie del centro storico, mentre mostre, concerti e vendita di prodotti dolciari tipici e di prodotti gastronomici locali si fondono con la bellezza del barocco siciliano colorato a festa. Le prime documentazioni risalenti al 1500 descrivono il Carnevale di Acireale come una festa nata dalla libera manifestazione popolare dove ci si poteva concedere la libertà di scherzare sui potenti del tempo. È da questa propensione alla satira che ha preso vita l’allegoria dei carri incentrata sulla satira politica e dell’attualità in generale.

I carri allegorici risalgono agli anni Trenta e hanno accompagnato da sempre l’invenzione di tutte le maschere tipiche come Cola Taddazzu e Turi Quadaredda.

Ancora oggi, a distanza di secoli, il Carnevale di Acireale trae la propria linfa vitale dal perenne entusiasmo del pubblico partecipante che sceglie di farsi trasportare in una realtà quasi incantata, fatta di suoni, colori e allegria.

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore